> Cerca la casa più adatta a te.

Prezzo
a
Mq
a
Rif.

In Vendita

In Affitto

Nuova Costruzione

Mutuo / introduzione






Cos’è un mutuo
Il mutuo è un finanziamento concesso abitualmente per acquistare un'unità abitativa o per acquisti immobiliari in genere, si chiede un mutuo per acquistare, costruire o ristrutturare la propria abitazione principale (prima casa) oppure per acquistare o ristrutturare la casa per le vacanze (seconda casa).

Il mutuo può essere concesso da Banche, Istituti di Credito e Società Finanziarie ed erogato con quote fisse di rimborso (rate), comprendenti ammortamenti progressivi del capitale e interessi predeterminati (tasso fisso), oppure con quote di ammortamento e interessi variabili (tasso variabile).

La durata dei mutui varia da un minimo di 5 anni ad un massimo di 40 anni. Normalmente il mutuo copre fino all'80% del valore dell'immobile mentre le banche alle quali facciamo riferimento finanziano fino al 100% di tale valore.

 

Ogni contratto di mutuo viene caratterizzato da alcuni elementi essenziali:

  1. Il tasso di interesse

    Il tasso, che rappresenta il prezzo del denaro richiesto (fisso, variabile, misto), viene espresso in maniera percentuale: 3%, 4%, 5%, 6%, ecc. Nei finanziamenti a medio e lungo termine i tassi generalmente vengono ancorati a quelli del mercato monetario e finanziario, che divengono in tal modo i tassi di riferimento.
    Tasso fisso 
    Per il tasso fisso il tasso di riferimento è l'EURIRS (euro Interest Rate Swap) rilevato e diffuso come media ponderata della quotazione alla quale le Banche operanti nell'Unione Monetaria europea realizzano l'Interest Rate Swap.
    Tasso variabile 
    Per il tasso variabile il tasso di riferimento è l'EURIBOR (euro Interbank Offered Rate) rilevato dal Comitato di gestione e diffuso come media ponderata dei tassi di interesse ai quali le Banche operanti nell'Unione Monetaria europea cedono depositi in prestito. Ai tassi di riferimento come sopra individuati, le Banche sommano una percentuale (detta "spread") che oscilla mediamente tra lo 0,90% e il 3%. 
    Come si rimborsa un mutuo
    Il mutuo viene rimborsato attraverso un piano di ammortamento. 

    La rata rappresenta una delle parti in cui viene divisa la quantità di interessi e di capitale dovuti, in ragione di intervalli determinati e per lo più uguali nel tempo: rate mensili, trimestrali, semestrali.

    Il puntuale pagamento della rata è un momento importante nella vita del mutuo, perché il ritardato o il mancato pagamento fa scattare l'applicazione degli "interessi di mora". Non solo: la banca può invocare come causa di risoluzione del contratto, il ritardato pagamento, quando questo si sia verificato più volte, anche non consecutivamente.

    Si ha "ritardato pagamento" quando una rata viene pagata tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata.


  2. La garanzia ipotecaria
    Per ottenere il mutuo è necessario rilasciare un'efficace garanzia: l'ipoteca che viene accesa sul bene finanziato. 

    L'iscrizione dell'ipoteca avviene per atto pubblico davanti al notaio e attribuisce alla banca finanziatrice la possibilità in caso di insolvenza di soddisfarsi sul ricavato della vendita del bene stesso. Oggetto dell'ipoteca possono essere soltanto i beni immobili; essa attribuisce al creditore un diritto di prelazione che gli assicura la possibilità di soddisfarsi sul ricavato della vendita, anche se la proprietà dell'immobile passa ad altri.


  3. Le agevolazioni
    Gli interessi passivi pagati in un mutuo ipotecario stipulato per l'acquisto dell'abitazione principale (prima casa) sono detraibili fiscalmente, la detrazione spetta nella misura stabilita dalla legge.